NEWS:

DICEMBRE 2018

ICS FECTORI ART – MODIGLIANA

NATALE CON L’ARTE

COLLETTIVA

SALA BERNABEI ” PIAZZA MATTEOTTI , 5 MODIGLIANA

16 DIC. – 26 DIC. 2018

INAUGURAZIONE 16 DIC. ORE 15

*************************************************************

DICEMBRE 2018

CIRCOLO CULTURALE AMICI DELL’ARTE

IMOLA

ARTE PER L’ AVVENTO

COLLETTIVA  DI FINE ANNO

PRESSO CIOCCOLATERIA  – IMOLA

Via ORSINI,3

1 DICEMBRE 2018 -6 GENNAIO 2019

********************************************************

MAGGIO

FAENZA

GALLERIA COMUNALE D’ARTE “LA MOLINELLA”

LA NOSTRA TERRA: atmosfere ed emozioni

9-20 maggio 2018

APERTURA : mercoledì  9 maggio ore 17

INAUGURAZIONE:   SABATO  12 MAGGIO 2018 ORE  17

 

 

 

 

Questo il commento critico pubblicato sul giornale locale “IL PICCOLO” di Faenza,

scritto da LIVIETTA GALEOTTI PEDULLI

LO SGUARDO ALLA TERRA

Una mostra di primavera alla Molinella

In che cosa è diverso lo sguardo che un artista posa sul paesaggio rispetto all’occhiata di superficie, pure talvolta stupita o incantata, che tutti noi destiniamo al mondo naturale? La differenza è questa: lo sguardo dell’artista è sotterraneo, penetra, scandaglia, seziona, ricompone e quando risale dal profondo crea quella particolare immagine di poesia, nella quale anche noi, che artisti non siamo, sentiamo di ritrovarci. Sì, anch’io ho avvertito l’inquietudine di quei cieli, il baluginare di quella nebbia del mattino, ho sentito vibrare quel colore, quella forma turbata del ricordo, della nostalgia, del desiderio…

Quattro pittrici ci propongono la loro personale visione della nostra terra nella mostra che si è aperta alla Galleria Comunale d’Arte “La Molinella” mercoledì 9 maggio 2018, con presentazione al pubblico sabato 12 maggio alle ore 17.

Tutte e quattro operano nel presente, destinando alla creazione artistica gli anni d’oro della loro maturità, quando per molte donne si allenta il laccio degli obblighi cui la vita le costringe fuori e dentro casa e finalmente può acquistare spazio e respiro il tempo da riempire con ciò che veramente piace e consola. Tutte e quattro vivono in quell’angolo di mondo che va dalle terre piane attorno a Faenza su verso la collina, e i primi monti della Romagna-Toscana: terre di bellezza, di storia umana sedimentata nei secoli, di vicende artistiche appassionanti.

Marisa Faccani si esprime attraverso l’acquerello, tecnica antica che affida alla velocità di esecuzione il compito di tradurre in immagini su carta impressioni fuggevoli, trasparenti e delicate. Insegnante di matematica fino al giorno della pensione, ha poi deciso di dedicarsi alla vera passione della sua vita, quella dell’arte, ottenendo gratificanti consensi fin dalla sua prima esposizione. Padrona di una tecnica abilissima, sa evocare il silenzio delle nebbie invernali, l’incanto del risveglio primaverile, lo scorrere dell’acqua sotto cieli vasti e inquieti di nuvole.  Il tocco leggero e la delicatezza delle tinte comunicano il senso di fugacità di una visione che davanti ai nostri occhi si muove e continuamente si trasforma, percorsa da impercettibili vibrazioni, come se il mondo si fosse creato in quel momento, e subito si stesse cancellando. È recente la sua attenzione per la figura umana, resa con monocromie di color seppia o grigio di Payne: uomini e donne che escono dal nostro recente passato, colti negli umili atteggiamenti del lavoro quotidiano.

Più sonori echeggiano gli accenti dei paesaggi raffigurati da Claudia Corradini. Lo sguardo si appunta   sulla luce intensa, sui forti contrasti cromatici. Il suo modo di rispondere alla sollecitazione acuta del mondo naturale è il colore, sempre energico e intenso. La natura è forza viva che pervade ogni cosa, dinamismo e diversità, senza toni grigi intermedi. Anche Claudia, faentina, lontana dall’arte fino ad anni recenti, ha trovato nella pittura la felice opportunità di dare voce ad un impulso creativo innato e impetuoso. Le sue libere trascrizioni dal reale, stese in tonalità pure di giallo, blu, verde, rosso, esprimono la scoperta felice di una euforia interiore comunicativa ed efficace.

Marinella Zaccherini ha sempre praticato l’arte. Colta, eclettica, sperimentatrice, partecipe di eventi importanti, dedica alla terra un intero ciclo pittorico, ispirato alle forme del paesaggio di Romagna. L’immagine femminile è l’elemento mediatore tra il mondo naturale e il mondo umano: è l’antica, primordiale divinità, la Magna Mater delle civiltà indoeuropee, la Signora dei luoghi che si disvela nelle colline, nelle valli, in ogni ondulazione della terra fertile e viva. Un archetipo che rimanda alle potenze dell’inconscio e risponde al desiderio universale dell’uomo: germogliare e rinascere, come la terra nel volgere eterno delle stagioni. Un altro suo ciclo pittorico è dedicato al ricordo. La sequenza di tele con stucchi e colori acrilici ci guida in un percorso della memoria attraverso la Romagna dei campi, del mare, della casa avita… accompagnati dalle parole dei poeti e dall’invito gentile dell’artista stessa.

Con Domenica Pieli saliamo dalla pianura verso i monti della vicina Toscana. Marradese di nascita, anche se vissuta a lungo a Faenza, guarda alla sua terra, dove gradualmente il paesaggio cambia e si fa via via più solenne e austero, quasi imbevendosi di un elemento mistico che viene dalla sua storia secolare: i profili dell’Appennino, le pievi solitarie, le abbazie, gli eremi lontani all’orizzonte … La purezza delle primavere non cancella l’insidiosa inquietudine delle lunghe nevicate invernali. Talvolta questa artista sceglie di rappresentare i suoi paesaggi nelle forme antiche del polittico, quasi alludendo alla  spiritualità sottintesa della visione, dilatandosi a sfiorare quell’”anima” che respira nel mondo naturale. E dunque non ci stupisce, accanto ai paesaggi, la presenza di una Sacra Conversazione dentro la quale ci chiama lo sguardo ridente di un Bambino Gesù vestito di rosa come nelle tavole del Quattrocento. E neppure il ritratto dell’ultimo Priore di Badia a Settimo, che governa l’Abbazia dove riposano i resti mortali del poeta di Marradi, Dino Campana. Un uomo di Dio nel frastuono assordante del tempo presente. Il suo sguardo trapassa la bidimensionalità della tela: ci incrocia e ci parla.

Livietta Galeotti Pedulli

**********************************************

8 Marzo 2018

Sul giornale “IL PICCOLO” di Faenza sono state presentate le foto relative alla mostra.

GRANDE SODDISFAZIONE PER ME VEDERE  IL MIO QUADRO IN PRIMA PAGINA

*************************************************************************

LUGLIO  2016

SABATO 23  presso la GALLERIA   M.A.F.

 C.so MAZZINI 20  di FORLI’  ore 17 .00

PREMIAZIONE DEI VINCITORI DEL CONCORSO .

Ho presentato tre acquerelli .

con grande soddisfazione l’ acquerell0 ” NEBBIA”  :

 

NEBBIAx web

attestato maf 2016 rit x web

il PREMIO : LA PRIMA PAGINA DEL QUOTIDIANO

“LA VOCE DI ROMAGNA”

foto 3_0002

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella foto sono premiata dal CRITICO d’arte milanese GIORGIO GRASSO

foto 3_0004

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo è l’articolo del pittore e critico d’arte ANTONIO DAL MUTO

foto 3_0003

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

******************************************************************************

FINE ESTATE X WEB

CON L’ ACQUERELLO ” FINE ESTATE    2014  “

ho partecipato al CONCORSO :

XII GRAN PREMIO CITTA’ DI SAVONA

tema  ” LE STRADE “

indetto dal MOVIMENTO ARTE DEL XXI SECOLO

Questa è la recensione all’opera :

La faentina Marisa Faccani ha studiato presso il Liceo scientifico della sua citta’ e, pur amandola, ha tradito la matematica per il disegno. Ma i numeri hanno preso il sopravvento dopo il conseguimento della Laurea in Matematica. Trent’anni d’insegnamento non sono pero’ bastati a farle obliare la concorrenza esercitata dall’arte, che ha finito per prevalere, sicche’ la professoressa ha accantonato il registro ed impugnato il pennello. Dal 2006 i suoi delicati acquerelli sono la testimonianza di un animo insieme raffinato e gentile che si sofferma con partecipazione sugli incanti della natura: “il cielo, il mare, i capanni da pesca, le valli del delta del Po, le strade di campagna, le albe e i tramonti”. E giustamente la pittrice si attribuisce il merito di salvare visioni liriche e vibrazioni spirituali che altrimenti andrebbero perdute. Un’affermazione pienamente dimostrata da “Fine estate”, uno smagliante acquerello che risplende dei magici colori dell’ultima estate e dell’incipiente autunno nella rappresentazione di un sentiero che s’innoltra fra snelli ed alti alberi sino a raggiungere uno sfolgorio gioioso e ricco di seduzione.

 

 26  i partecipanti

questo il risultato finale:

PRIMO CLASSIFICATO

CON  LA SEGUENTE MOTIVAZIONE:

La Giuria nell’assegnare il primo premio a ″Fine estate″ di Marisa Faccani è stata convinta non da particolari accenti di originalità ma dalla notevole capacità di riprendere un tema consueto per conferirgli uno splendido tocco personale in virtù di un notevole virtuosismo, soprattutto ove si consideri che si tratta di un acquerello. La gloria dei colori che celebrano lo splendore dell’ultimo giorno d’estate in una magia piena di lucore prima che il grigiore d’autunno con le sue foglie appassite vinca sul verde d’una selva accecante nel suo addio pieno di promesse per il prossimo ritorno della luce e della speranza in un futuro che rechi gioia e calore nell’animo.

Ecco il video premio Marisa Faccani (1)

********************************************

Dai primi di marzo 2015

STUDIO MEDICO

C.so Baccarini  – FAENZA

IN ESPOSIZIONE CINQUE MIEI ACQUERELLI

 ****************************************************************

Pubblicazioni:

CATALOGO

VERNICE

art fair

18-19-20 marzo 2016       ********************************************

VERNICE 

art fair

20-21-22  Marzo   2015

*******************************************************************************

VERNICE  art fair

FORLI’  FIERA

21-22-23  MARZO 2014

********************************************************************************

VERNICE art fair

FORLI’FIERA

22-23-24 MARZO 2013

************************************************************************* BOLOGNA – 14-15-16  MARZO  2013

*************************************************************

        *****************************************************

CATALOGO GENERALE  ” ARTISTI DELL’EMILIA ROMAGNA “

pubblicazione : GIUGNO 2012

 

*******************************************

FORLIFIERA 22-23-24 MARZO 2012

***************************************************

                         

CATALOGO  DELL’ARTE MODERNA

Numero 47

EDITORIALE  GIORGIO  MONDADORI

Biografia  pag. 236

Quadro pubblicato :

IL MIO MARE  -Lido di Portonuovo (Vieste)28×38                                                      2010

sezione:  PROPOSTE ARTISTI   2011-2012

 

 

************************************************

    FORLI’FIERA 25-26-27 MARZO   2011

CONCORSI:

APRILE 2015

Questo mio acquerello è stato esposto alla

Minato  Mirai Gallery  di Yokohama -TOKYO

dal  21-27 Aprile 2015  .

Opera N° 98     2° PREMIO DI GRADIMENTO

                                  DEL PUBBLICO GIAPPONESE  

                                 SU 147 OPERE  ESPOSTE

 BIENNALE IAT ( Italy Art Tokyo ) DI TOKYO  2015

Acquerello su  carta    :      PRODIGI DELL’INVERNO                   2014 ****************************************************************************

6 OTTOBRE  2013

partecipazione alla

2° Edizione del CONCORSO D’ARTE

SAN MARTINO IN STRADA

FORLI’ 

IL QUADRO  PRESENTATO :

Acquerello  su carta            2013

PLATANI SECOLARI DEL TONDO – FAENZA

SI CLASSIFICATO AL   6°  POSTO   SU 142   QUADRI IN CONCORSO

 

****************************************   

20 marzo 2011

partecipazione al

36° concorso nazionale

LA MARGHERITA D’ARGENTO

CESENA

Il quadro presentato :

Acquerello monocromo   ” seppia “

su  carta 26×36

 UN   SOGNO                              2010

ha vinto il secondo premio nella

sezione  grafica – acquerello

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

DOMENICA 20 DICEMBRE 2009

partecipazione al

1° CONCORSO NAZIONALE DI

PITTURA

CITTA’ DI FORLI’

presso il Centro Commerciale ” I PORTICI ”

via Colombo , 14    Forlì

Il quadro presentato  :

Acquerello su carta                            28×38   cm

Al  passo della Colla                2008

ha vinto il secondo premio

della  manifestazione

di euro 500

La cronaca della manifestazione è stata trasmessa da

VIDEO ROMAGNA

*******************************

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in NEWS | Lascia un commento

 

Pubblicato in NEWS | Lascia un commento

note biografiche

 

Marisa Faccani

Nata a Faenza il 15 agosto 1947 sotto il segno del leone, ha studiato presso il liceo scientifico della città coltivando due passioni: l’amore per la matematica e quello per il disegno.

Laureata in matematica a Bologna , ha insegnato con dedizione questa disciplina per 32 anni e , arrivata alla difficile decisione di andare in pensione, per ritrovare fiducia in se stessa ha ripreso in mano i colori riscoprendo il coraggio di fare ciò che a 20 anni aveva messo da parte : dipingere.

Dal 2006  si è dedicata all’acquerello rappresentando nei suoi disegni la natura che le sta intorno .  Il cielo , il mare , i capanni da pesca , le valli del delta del  Po, le strade di campagna ,le albe  e i  tramonti  sono al momento i suoi soggetti preferiti.

La sua è una ricerca di bellezza e di armonia affidata alla tecnica romantica e ardua dell’acquarello che con “niente” (colori trasparenti stemperati in acqua su carta) crea atmosfere ricche di delicato lirismo e salva  vibrazioni  e balenii di bellezza altrimenti perduti.

Molte sono le opere prodotte  ,visibili tutte nel sito personale www.marisafaccani.com ,e gratificanti i consensi , sempre maggiori, ricevuti nelle numerose Collettive  e Personali a Faenza e dintorni.

e-mail: isa15847@alice.it

Pubblicato in NEWS | 2 commenti